Altri Economisti » Selezione della Settimana

Perché la Russia è politicamente e militarmente forte, ma economicamente è un nano, di Paul De Grauwe (da Social Europe, 17 aprile 2018)

 

Why Russia Is Politically And Militarily Strong But An Economic Dwarf

by Paul De Grauwe on 17 April 2018 

zz 526

Last week I saw a surprising statistic: the GDP of Russia is of the same order of magnitude as the combined GDP of Belgium and the Netherlands. In 2017 Russian GDP was 1,469 billion dollars (according to the International Monetary Fund). Belgium had a GDP of 491 billion dollars and the Netherlands 824 billion dollars; together $1,315 billion. In GDP terms, Russia is only 12% larger than Belgium plus the Netherlands.

This perplexing statistic prompted me to ask why politically Russia weighs so much more in the world than Belgium and the Netherlands, while economically that country is hardly stronger than these two countries bordering the North Sea.

Before answering that question, first some other figures that illustrate how an economic lightweight Russia is. US GDP reached USD 19,362 billion in 2017. With GDP as a yardstick, the US is 13 times bigger than Russia. In the same way, other countries can be compared with Russia. China is economically 8 times larger than Russia; Germany 2.5 times more, France 1.8 more, and the European Union as a whole is 12 times bigger than Russia.

The economic size of a country is one of the most important factors that determines its military and political importance in the world. A large economy is needed to provide the means that gives the country military and political weight in the world. So it is clear: Russia is boxing above its economic weight on the international scene.

The fact that Russia means so little economically implies that the country must exert extraordinary efforts to create a strong military potential. In 2017, Russian military spending  amounted to 61 billion dollars (according to the International Institute of Strategic Studies). The US spent nearly 10 times more, namely $ 603 billion. China spent $ 151 billion on defense. France and Germany together spent 90 billion dollars on defense, 50% more than Russia. And yet all these countries spent a much smaller proportion of their GDP on the military than Russia.

Russia is not a major player in the field of military spending. To have a certain military weight, that country must reserve a much larger share of its GDP for defense than the other countries. To mean something militarily, Russia has to put a heavy burden on its own economy.

I come back to my question: why is it that Russia, which economically is a lightweight, has such an importance politically and militarily? Here is an attempt to answer that question.

First there is the fact that, at the time of the Soviet empire, Russia built up a nuclear arsenal that, together with the USA, gives this country a unique position in the world. This is the position of “Mutually Assured Destruction” (MAD). This means that the country has the capacity to completely destroy the opponent in the event of a nuclear attack on its own territory. No other nuclear power (outside the US) has that capacity today. As long as Russia has such a terrible MAD capacity, it will be politically heavier than its GDP suggests.

Russia is also an important supplier of raw materials, including oil and gas. This gives the country a political lever with regard to Western Europe. It is possible by turning the tap (or threatening to do so) to exert pressure on a number of European countries. However, that effect should not be overestimated. Russia also knows that the use of this weapon will in time encourage European countries to find other sources of supply. The power of Russia is limited in this domain because the country does not have a monopoly in oil and gas.

Finally, and that is my most important point, Russia is powerful because Europe grants that power to Russia. Europe has built up an economic union but not a defense union. The European Union is economically 12 times larger than Russia; A huge potential power. However, this economic power is not converted into military and political power because defense has remained a national matter. By merging their military capabilities, it would be possible for France and Germany to build a credible defense against Russian threats, without having to spend more. The combined military spending of such a Franco-German defense union would be 50% higher than Russian military spending. Enough to offer a counterweight to a Russian dictator whose political and military ambitions in Europe remain unknown.

“Si vis pacem, para bellum” said the Romans. If you want peace, you should prepare the war. Translated to the European situation of today this means that Europe should build a credible defense union. This by itself would reduce the military and political power of Russia.

 

 

 

 

 

Perché la Russia è politicamente e militarmente forte, ma economicamente è un nano,

di Paul De Grauwe

La scorsa settimana ho visto delle statistiche sorprendenti: il PIL della Russia è dello stesso ordine di grandezza della somma dei PIL del Belgio e dell’Olanda. Nel 2017 il PIL della Russia è stato pari a 1.469 miliardi di dollari (secondo il Fondo Monetario Internazionale). Il Belgio ha avuto un PIL di 491 miliardi di dollari e l’Olanda di 824 miliardi di dollari: insieme 1.315 miliardi di dollari. In termini di PIL, la Russia è più grande soltanto del 12 per cento del Belgio e dell’Olanda.

Questa sconcertante statistica mi ha spinto a chiedermi perché la Russia politicamente abbia un peso nel mondo così maggiore del Belgio e dell’Olanda, mentre economicamente quel paese è a malapena un po’ più forte di queste due nazioni che confinano con il Mare del Nord.

Prima di rispondere a quella domanda, anzitutto alcuni altri dati che illustrano quanto la Russia sia economicamente un peso leggero. Il PIL degli Stati Uniti nel 2017 ha raggiunto 19.362 miliardi di dollari statunitensi, gli Stati Uniti sono economicamente 13 volte più forti della Russia. Nello stesso modo, possono essere confrontati con la Russia altri paesi. La Cina è 8 volte più forte della Russia; la Germania 2,5 volte superiore, la Francia 1,8 volte superiore, e l’Unione Europea è 12 volte più forte della Russia.

Le dimensioni economiche di un paese sono uno dei più importanti fattori che determinano la sua importanza militare e politica nel mondo. Ad una economia ampia è richiesto di fornire i mezzi che danno al paese il peso militare e politico nel mondo. Dunque è evidente: la Russia sta combattendo sulla scena internazionale al di sopra del suo peso economico.

Il fatto che la Russia comporti così poco in termini economici implica che il paese deve sostenere sforzi straordinari per produrre un potenziale militare forte. Nel 2017, la spesa militar russa ammontava a 61 miliardi di dollari (secondo l’Istituto Internazionale di Studi Strategici). Gli Stati Uniti hanno speso circa dieci volte di più, precisamente 603 miliardi di dollari. La Cina ha speso 151 miliardi di dollari nella difesa. La Francia e la Germania assieme hanno speso 90 miliardi di dollari, il 50% in più della Russia. E tuttavia questi paesi, rispetto alla Russia, hanno impegnato in spese militari una quota molto minore dei loro PIL.

La Russia non è un attore principale nel campo delle spese militari. Per avere un certo peso militare, deve riservare una quota molto più ampia del suo PIL, a confronto con gli altri paesi. Per avere un qualche peso militare, la Russia deve mettere un pesante gravame sulla sua economia.

Torno alla mia domanda: come accade che la Russia, che è economicamente un peso leggero, ha una tale importanza militare e politica? Ecco un tentativo per rispondere a questa domanda.

In primo luogo c’è il fatto che, al tempo dell’impero societico, la Russia ha costruito un arsenale militare che, assieme agli Stati Uniti, dà a questo paese una posizione unica al mondo. Si tratta della posizione della “Sicura Distruzione Reciproca” (MAD). Questo comporta che il paese ha la capacità di distruggere completamente il suo avversario nel caso di un attacco nucleare sul suo territorio. Nessun’altra potenza nucleare, ad eccezione degli Stati Uniti, ha oggi tale capacità. Finché la Russia avrà una tale terribile capacità MAD, sarà politicamente più importante di quanto non indichi il suo PIL.

La Russia è anche una importante fornitrice di materie prima, compreso il petrolio ed il gas. Qusto fornisce al paese una leva politica nei confronti dell’Europa. Chiudendo i rubinetti (o minacciando di farlo), è possibile esercitare una pressione su un certo numero di paesi europei. Tuttavia, quell’effetto non dovrebbe essere sopravvalutato. Anche la Russia sa che l’uso di quest’arma incoraggerebbe col tempo i paesi europei a trovare altre fonti di offerta. In tale sfera, il potere della Russia è limitato perché il paese non ha il monopolio del petrolio e del gas naturale.

Infine, e questa è la mia considerazione più importante, la Russia è potente perché l’Europa glielo consente. L’Europa ha costruito una unione economica ma non una unione militare. Economicamente, l’Unione Europea è 12 volte più forte della Russia; un enorme potere potenziale. Tuttavia, questa potenza economica non si è convertita in potere militare e politico perché la difesa è rimasta una prerogativa nazionale. Accorpando le loro potenzialità militari, sarebbe possibile per la Francia e la Germania costruire una difesa credibile contro le minacce della Russia, senza dover spendere di più. La spesa militare congiunta di tale unione militare franco-tedesca sarebbe del 50% più elevata della spesa militare russa. Sufficienti per offrire un contrappeso ad un dittatore russo le cui ambizioni politiche e militari in Europa restano ignote.

I Romani dicevano “Si vis pacem, para bellum”. Se vuoi la pace, dovresti esser pronto alla guerra. Tradotto nella situazione europea di oggi questo significa che l’Europa dovrebbe costruire una credibile unione militare. Questo di per sé ridurrebbe il potere militare e politico della Russia.

 

 

 

 

By


Commenti dei Lettori (0)


E' possibile commentare l'articolo nell'area "Commenti del Mese"