Posts By mm

I Governi devono spendere e spandere? Di Raghuram G. Rajan (da Project Syndicate, 3 agosto 2020)

       

L’economia politica e la psicologia delle riprese del Covid. Di Simon Wren-Lewis dal blog Mainly Macro, 11 agosto 2020)

[1] La connessione nel testo inglese al termine “elimination” è con uno studio apparso sulla rivista Lancet, a cura di Anita E. Heywood e C. ...

Vincitori e perdenti dell’economia pandemica, di Michael Spence (da Project Syndicate, 31 agosto 2020)

[1] Può essere utile questa spiegazione dalla enciclopedia Treccani: “I sistemi di contabilità tradizionali si basano ancora, in larga parte, sul valore degli asset fisici e ...

Trump ebbe un’unica buona risposta al Covid-19. Il suo partito l’ha affossata. Di Paul Krugman (New York Times, 31 agosto 2020)

La legge approvata a marzo negli Stati Uniti sulla emergenza Covid-19 ebbe un impatto positivo sull'economia. In particolare la misura per l'aiuto a tutti i lavoratori, compresi quelli precari, di 600 dollari a settimana. Tutto il resto della politica pandemica americana potrebbe finire in un manuale di quello che non si deve fare (ed anche quella misura positiva dipese dalle proposte dei democratici. Ma Trump consentì e la firmò.) Poi quegli aiuti sono scaduti ed i repubblicani del Senato, con il consenso di Trump, si sono opposti a prorogarli.

Democratizzare l’innovazione, di Dani Rodrik (da Project Syndicate, 11 agosto 2020)

L’onnipotente dollaro sta scivolando? Di Nouriel Roubini (da Project Syndicate, 21 agosto 2020)

[1] La connessione nel testo inglese è con una nota della Federal Reserve che riporta le informazioni sulle nuove linee di scambio con altre banche ...

Aprile è stato il mese più atroce di Trump, di Paul Krugman (New York Times, 27 agosto 2020)

Quando, nel mese di aprile, Trump twittò il suo sostegno alle manifestazioni della destra - con alcuni personaggi che imbracciavano fucili - per la "liberazione" di vari Stati (ovvero per la riapertura delle normali attività bloccate per il Covid-19), negli USA i morti della pandemia erano 33.000. Oggi sono circa 180.000. E il danno non è stato solo per le morti evitabili e le conseguenze sanitarie; danni gravi ne sono derivati anche per l'economia e per il sistema educativo, per il quale non si prospetta certo un normale autunno scolastico.

La Grande Muraglia dell’acqua della Cina, di Giulio Boccaletti (da Project Syndicate, 6 agosto 2020)

L’empia crociata dell’America contro la Cina, di Jeffrey D. Sachs (da Project Syndicate, 4 agosto 2020)

     

QAnon è l’ultima, migliore possibilità per Trump, di Paul Krugman (New York Times, 24 agosto 2020)

Trump cominciò il suo mandato con un discorso inaugurale centrato sulla "carneficina americana", ovvero sulle presunte eccezionali violenze ne quartieri poveri, seppure esse siano ai livelli più bassi da decenni. Ereditava una situazione economica non negativa, anche se varie aree regionali soffrono una seria crisi. A quella crisi ha risposto con una guerra commerciale che ha impoverito ulteriormente il settore manifatturiero. Alle "morti per disperazione" derivanti da oppiacei, suicidi ed alcol, ha risposto con attacchi continui ala assicurazione sanitaria. Infine è arrivato il fallimento epico nella gestione della pandemia. E' dunque facile prevedere che la sua ultima carta sarà quella di dar voce a pazzesche teorie cospirative come quelle del gruppo QAnon. Inventarsi minacce per non sapere fare i conti con i problemi reali è la sua storia,

La duplice recessione americana, di Laura Tyson e Lenny Mendonica (da Project Syndicate, 12 agosto 2020)

[1] Come indicatore razziale la pelle semplicemente ‘scura’ – e non ‘nera’ – sembra sia indicativa di una grande area geografica che include popolazioni dall’Asia ...

Il modello armeno per la Bielorussia, di Carl Bildt (da Project Syndicate, 18 agosto 2020)

[1] “Maidan” in ucraino significa “piazza”.        

Evitare la nipponizzazione dell’Europa, di Lucrezia Reichlin (da Project Syndicate, 5 agosto 2020)

     

Le azioni volano. E cresce pure la miseria. Di Paul Krugman (New York Times, 20 agosto 2020)

I valori dei mercati azionari sono da tempo in crescita, nonostante il fallimento nella gestione della pandemia e la situazione del'economia, oggi peggiore dei momenti più bui che seguirono la crisi finanziaria globale del 2008. Come si spiega tutto ciò? Anzitutto, è una conferma di qualcosa che era noto da tempo: la disconnessione tra mercati azionari ed economia. Gli investitori possono soltanto scommettere sui profitti che le poche grandi imprese monopolistiche della tecnologia realizzeranno tra qualche anno; neanche si curano di quello che avverrà nei prossimi trimestri. Che però, per effetto congiunto della pandemia e della recessione, saranno caratterizzati da una crescita cospicua della miseria.

Trump, le Poste e il disfacimento di ciò che tiene legata l’America, di Paul Krugman (New York Times, 17 agosto 2020)

Le Poste in America godono di una tutela costituzionale: una clausola della Costituzione affida al Congresso l'istituzione dei servizi postali. Può apparire una norma antica, ma ha sempre avuto una profonda motivazione politica e morale. Le Poste hanno tenuto uniti i cittadini, li hanno inclusi, in particolare quelli delle aree rurali. Le Poste servirono per la diffusione dei giornali, poi servirono a fare acquisti, spesso e sino ad oggi a consentire a chi non ha altra possibilità, ad esempio, di ottenere le ricette sanitarie ed i farmaci. La destra americana in questi giorni dice esplicitamente di voler mettere in crisi il servizio, di volerlo privatizzare. Ha in mente di trarre qualche vantaggio dalla sua crisi nelle imminenti elezioni. Ma soprattutto è incapace di intendere che ci sono servizi che tengono unita una nazione, anche se non hanno fini di lucro.

« Pagina precedentePagina successiva »